Terremoto in Giappone: il bilancio di morti e feriti aumentano drasticamente.

loading...

Sale il bilancio della scossa di magnitudo 6.1 che ha colpito il Giappone occidentale. Tra le vittime anche una bimba di 9 anni, oltre 200 i feriti. Nel 1995 la regione fu devastata da un terremoto di magnitudo 7.3 in cui morirono oltre 6000 persone

I tre morti confermati, tutti nella provincia di Osaka, sono una bambina di 9 anni deceduta a causa del crollo di un muro in una scuola nella città di Takatsuki, un uomo di 85 anni caduto nella sua casa di Ibaraki e un altro 80enne rimasto sepolto sotto un muro. Il sisma si è verificato alle 07.58 ora locale (00.58 in Italia) e ha avuto il suo ipocentro a 13 chilometri di profondità nella prefettura di Osaka, sull’isola di Honshu nipon, la più grande dell’arcipelago a 500 chilometri a ovest di Tokyo.

Il terremoto ha causato caos anche in altre città, come Kyoto, Nara, Hyogo e Shiga, provocando la chiusura degli aeroporti e la sospensione delle corse dei treni. Fortunatamente, il sisma non ha innescato uno tsunami e non ha provocato danni alle centrali nucleari.

I sismologhi avvertono che si tratta della maggiore attività sismica dal 1923 nell’area del Kansai, dove è localizzata Osaka, la seconda città del Giappone per numero di abitanti.